CUNEO, TORINO, LE VILLE SABAUDE E MOLTO ALTRO.


DAL 19 AL 23 GIUGNO 2021

1° GIORNO: ROMA/BOCCADASSE/CUNEO o dintorni
Ritrovo dei Partecipanti in luogo ed orario da stabilire e partenza con pullman privato GT PER Cuneo. Lungo il percorso sosta a Boccadasse, un quartiere prevalentemente residenziale che si estende a partire dall'antico borgo marinaro del comune di Genova, caratterizzato da case a tinte pastello con persiane verdi. La piccola spiaggia di ciottoli e la zona del porto sono fiancheggiate da gelaterie, bar informali e trattorie con tavoli all'aperto che servono specialità di pesce e della cucina genovese. Dalla terrazza accanto alla Chiesa di Sant'Antonio di Boccadasse è possibile ammirare il panorama sul mare e sul borgo.. Pranzo libero in uno dei ristorantini. Proseguimento per Cuneo. Arrivo nel pomeriggio e sistemazione in hotel nelle camere riservate. Cena e pernottamento.

2° GIORNO: CUNEO/CHERASCO/RACCONIGI/TORINO
Prima colazione in hotel e quindi partenza per Cherasco, piccolo centro interessante per il Giardino fiorito commestibile che sorge sul lato orientale della Chiesa della Madonna del Popolo, in uno spazio intimo e accogliente, cinto da mura, dove è stato riproposto il tema dell'hortus conclusus, per richiamare l'antico orto utilizzato dai Padri Somaschi dell’adiacente convento. Il recente intervento ha recuperato un'area verde del centro storico della città mettendola a disposizione dei visitatori lungo il percorso di visita del borgo antico. Nella zona vengono coltivate piante con fiori commestibili e ornamentali con l'obiettivo di diffondere conoscenza, proprietà e utilizzo. Già apprezzati dagli antichi Greci e Romani, oggi i fiori commestibili suscitano nuovamente interesse sulle nostre tavole non solo per il loro valore estetico, i sapori peculiari e le consistenze insolite ma anche per le proprietà salutari che la ricerca scientifica sta via via evidenziando. Interessante, sempre a Cherasco, l’Istituto di Elicicoltura che utilizzando i risultati della ricerca scientifica delle proprietà della bava di lumaca, dimostrandone i benefici, come le sue qualità lenitive e ristrutturanti, ha realizzato una gamma di cosmetici e dispositivi medici. Si proseguirà per Racconigi. Arrivo e visita guidata del Castello, una delle residenze della Real Casa di Savoia, iscritta come Patrimonio dell’Umanità dell’Unesco. Il Castello sorto come castrum romano e poi roccaforte, appartenne ai marchesi di Saluzzo, ai principi d’Arcaja e poi ai Savoia. Nel 1620 Carlo Emanuele I assegna il castello al figlio Tommaso e da quel momento iniziano i lavori per trasformarlo in palazzo delle delizie. Nell’800 Carlo Alberto la trasforma in una delle residenze più eleganti d’Italia. Al termine tempo a disposizione per il pranzo libero. Una tappa singolare sarà la visita ad una fabbrica di Sapone, Aulina Srl, situata nel cuore della terra piemontese, a pochi passi dal Castello di Racconigi, che ha saputo coniugare tradizioni e prodotti locali in esclusivi cosmetici naturali, sperimentare un tour della fabbrica. Al termine della visita proseguimento per Torino. Arrivo, sistemazione nelle camere riservate, cena e pernottamento.

3° GIORNO: TORINO
Prima colazione in hotel. Mattinata dedicata alla visita della città con guida, iniziando dal centro storico di Torino, raccolto intorno alla monumentale Piazza Castello, comprendente: il Palazzo Reale, Palazzo Madama, gli storici Caffè sotto i porticati Mulassano e Baratti&Milano, proseguendo con Palazzo Carignano in stile barocco che ospita il Museo nazionale del Risorgimento Italiano, quindi piazza San Giovanni con il Duomo. Si proseguirà con la visita del Parco del Valentino, il secondo parco più grande di Torino. Chiamato anche il “polmone verde di Torino”, fu progettato come parco pubblico della città dal paesaggista Barrilet-Deschamp durante la metà dell'Ottocento. Situato nel parco, l' Orto Botanico , inaugurato nel 1729, comprende un'aranciera, una serra riscaldata e un museo dell'erbario. Il giardino botanico offre ai visitatori una collezione di oltre 4000 specie di flora locale ed erbe medicinali. Si proseguirà con la visita del Borgo Medievale, realizzato in occasione dell'Esposizione Generale Italiana del 1884, ed il complesso presenta riproduzioni di edifici e arredi quattrocenteschi, tipici del Piemonte e della Valle d'Aosta. Pranzo libero. Nel pomeriggio visiteremo il famoso Museo Egizio di Torino, tappa imprescindibile di ogni soggiorno a Torino, in quanto è il museo più antico al mondo dedicato alle civiltà del Nilo e secondo solo a quello del Cairo per qualità e quantità dei reperti. Un vero fiore all’occhiello dei nostri beni culturali. Dalle mummie, ai papiri, alle statue saremo coinvolti in un' immersione totale nell’affascinante civiltà dei Faraoni. Cena e pernottamento in hotel.

4° GIORNO: TORINO/REGGIA DI VENARIA/STUPINIGI/TORINO
Prima colazione in hotel e partenza in pullman per la Reggia di Venaria, una delle maggiori residenze sabaude in Piemonte, ed uno dei più significativi esempi della magnificenza dell’architettura e dell’arte del XVII e XVIII secolo. Si potranno ammirare l’antico borgo che conduce alla Reggia, i vasti e bei giardini e soprattutto la Galleria Grande e la Torre dell’Orologio. Pranzo libero. Nel pomeriggio proseguimento per Stupinigi e visita della splendida Palazzina di Caccia, poco fuori Torino, antico luogo di villeggiatura, e soprattutto di caccia, della corte Sabauda. Dal salone ovale, cuore della residenza, si potranno visitare gli appartamenti reali e quelli per gli ospiti. Al termine della vista rientro a Torino, cena e pernottamento in hotel.

5° GIORNO: TORINO/PRINCIPATO DI LUCEDIO-RISO/ROMA
Prima colazione in hotel e partenza per il Principato di Lucedio, un luogo incantanto, al di fuori dello spazio e del tempo. Prima tappa all ’Abbazia di Lucedio, fondata nel 1123 dai monaci Cistercensi provenienti dalla Borgogna che bonificarono il territorio, introducendo per primi in Italia la coltivazione del riso verso la metà del 1400. Lucedio è la culla del riso italiano: da qui si sviluppò il territorio delle Grange, aziende agricole che si intervallavano su ampio comprensorio agricolo, ottenuto grazie alle opere di disboscamento e livellamento dei terreni. La posizione geografica lungo la Via Francigena fu strategica anche per lo sviluppo socio economico dell’Abbazia, che divenne un fiorente centro di potere politico. Ben tre furono i Pontefici che in quei secoli la visitarono. Oggi il Principato di Lucedio, è un sito d interesse storico ed artistico che ha saputo valorizzare il contesto territoriale in cui nasce. La famiglia Salvadori di Wiesenhoff conduce personalmente l’azienda agricola che occupa una superficie di cinquecento ettari all’interno di un Parco Regionale e produce riso italiano di primissima qualità utilizzando un processo di produzione a basso impatto ambientale ed il confezionamento senza conservanti in atmosfera modificata. I campi attorno all’Abbazia sono visitabili, così come lo spaccio aziendale in cui si potrà acquistare il riso del Principato di Lucedio ed i suoi vari prodotti. La visita inizia con la storia dell'Abbazia di Santa Maria di Lucedio, che si snoda per quasi nove secoli sino ad arrivare al Principato di Lucedio. Si visitano gli ambienti in cui vivevano monaci e conversi (il chiostro, la sala capitolare, il refettorio) e l'azienda agricola. Durante la visita si parla del riso, della sua coltivazione e di come si è modificata nei secoli. La chiesa abbaziale di Santa Maria di Lucedio è in fase di restauro e non è visitabile. Pranzo nel ristorante dell’azienda agricola. Al termine proseguimento per il rientro a Roma. Arrivo in serata e termine del viaggio.

Quota individuale di partecipazione

 Minimo 25 partecipanti …………………………………………………………………………€ 585,00
 Supplemento singola ……………………………………………..………………………………€ 110,00
 Assicurazione per Annullamento……………………………………………………….€ 25,00


La quota comprende

  • viaggio in pullman Gran Turismo per l'itinerario indicato
  • pedaggi autostradali
  • sistemazione Hotel 4 stelle a Cuneo ed a Torino in camere doppie, con servizi privati
  • trattamento di mezza pensione come da programma
  • servizio di guida per la visita di Torino, Racconigi, Venaria e Stupinigi
  • pranzo in ristorante dell’azienda agricola come da programma
  • INGRESSO al Museo Lavazza
  • Accompagnatore per tutta la durata del viaggio
  • assicurazione per la Responsabilità Civile secondo norme vigenti Unipol SAI
  • assicurazione Medico e bagaglio Axa o Filo Diretto



La quota non comprende

  • Le Bevande
  • Gli ingressi
  • extra e quanto non espressamente indicato nella voce "La Quota Comprende"


Perchè fare questo viaggio?

Per vivere il Piemonte attraverso un percorso sensoriale, non limitato alla storia ed alla cultura dei luoghi, ma aperto alle impressioni ed agli stimoli dei nostri sensi.

La Vista. Panorami, giardini e luoghi

L’Olfatto. Profumi ed essenze

Il Gusto. Riso, caffè, cioccolato e…