nam1
nam2
nam3
nam4
nam5
nam6
previous arrow
next arrow


DAL 28 SETTEMBRE AL 08 OTTOBRE 2024


27 SETTEMBRE: ROMA…
Ritrovo dei partecipanti presso l’aeroporto di Roma Fiumicino. Check in, partenza con volo di linea Ethiopian Airlines per Windhoek alle ore 23.40 via Addis Abeba. Cena e pernottamento a bordo.

28 SETTEMBRE: WINDHOEK/KALAHARI/MARIENTAL
Arrivo a Windhoek alle ore 13.20, disbrigo delle formalità doganali, incontro con la guida e partenza in pullman per il deserto del Kalahari. Il deserto è caratterizzato da antichissime ed altissime dune di sabbia rossa. Pianure erbose cosparse di alberi secolari comunemente note come “dune streets” danno rifugio a molti animali, specialmente ad uccelli indigeni. In queste terre sono presenti i Boscimani, una delle più vecchie culture del mondo. tra le più antiche tribù del pianeta. Tramonto sulle dune per fotografarle illuminate dalla la calda luce del sole calante. Cena e pernottamento al Kalahari Anib Lodge.

29 SETTEMBRE: MARIENTAL/NAUKLUFT/SOSSUSVLEI/SESRIEM
Prima colazione in hotel e partenza per la regione del parco di Naukluft. Il Namib-Naukluft National Park, istituito nel 1979, è il più grande parco nazionale del paese ed occupa una vasta area di circa 49.768 chilometri quadrati. Nel cuore del Namib-Naukluft National Park si estende il deserto del Namib, uno dei più antichi del mondo. Questo paesaggio arido è caratterizzato da dune di sabbia rosse spettacolari, alcune delle quali raggiungono altezze straordinarie, come la celebre Duna 45. Il parco ospita una ricca diversità di flora e fauna adattate alla vita nel deserto. Piante come l’albero del fico e alcune specie di acacie sono testimoni viventi della resilienza della vita in queste condizioni estreme. Tra gli animali che popolano quest’area è possibile incontrare orici, springbok e struzzi, oltre a una varietà di uccelli. Pranzo in corso d’escursione. Si passerà dal rosso delle rocce del Deserto del Kalahari alle sabbie gialle del Deserto della Namibia ed arrivo al Desert Homestead Lodge. Sistemazione nelle camere riservate. Il contesto offre una posizione esclusiva nella vasta distesa di un deserto di inarrivabile bellezza. Cena al Sossusvlei Lodge. Pernottamento nel Camp.

30 SETTEMBRE: SESRIEM/SOSSUSVLEI/SESRIEM CANYON
Prima colazione e partenza al mattino presto per Sossusvlei dove, all’arrivo, si entrerà per il Sesriem gate che è l’ingresso al parco Namib Naukluft dove si avrà l'opportunità di scalare una delle dune di sabbia più alte del mondo con i loro colori all’alba. Un’opera d’arte naturale di straordinarie proporzioni, che assume le diverse tonalità dell’arancio, del viola, del giallo, combinate con il potente gioco di ombre creato dal sole nascente. Sossusvlei, che nella lingua dei boscimani significa “il luogo dove finisce l’acqua”, è una gigantesca vasca di argilla dove il fiume Tsauchab si ferma a causa delle dune di sabbia che gli impediscono il passaggio. Nelle stagioni in cui le piogge sono abbondanti, questa depressione e riempie d’acqua e permette la vita di un gran numero di animali e piante, normalmente adattati a sopravvivere con la sola rugiada del primo mattino. Pranzo al Sossusvlei Lodge. Nelle vicinanze di Sossusvlei, visiteremo anche il celeberrimo Dead Vlei, una depressione circondata da dune monumentali che furono tagliate fuori dal flusso del fiume Tsauchab, le cui acque vi scorrevano attraverso fino a 500 anni fa. Dopo una passeggiata di circa un chilometro, potremo fotografare il Vlei in un silenzio surreale, con il suolo argilloso da cui emergono i tronchi degli alberi di Camelthorn, dall’età stimata di circa 800 anni. Visiteremo anche il Sesriem Canyon, una profonda gola tra le rocce, creatasi 18 milioni di anni attraverso l’erosione del suolo costituito da conglomerato calcareo. Cena al Sossusvlei Lodge e pernottamento al Desert Homestead Lodge.

01 OTTOBRE: SOSSUSVLEI/SWAKOPMUND
Prima colazione e partenza per la costa dell’Oceano Atlantico, lungo la quale dove trascorreremo i prossimi due giorni. Prima tappa a Swakopmund, città fondata sulla foce del fiume Swakop, e circondata dalle dune del deserto, che offre uno dei più famosi esempi al mondo di architettura coloniale tedesca. Pranzo in un ristorante locale durante lo spostamento. Lungo il percorso attraverseremo il deserto del Namib, uno dei più antichi deserti del pianeta, e ci fermeremo per fotografare il “Moon Landscaper”, un’area desertica che per il suo aspetto spettrale e desolato ricorda gli extraterrestri paesaggi lunari. Visiteremo anche il campo dove cresce l’antica e rara Welwitchia mirabils, una pianta endemica del deserto namibiano, designata dalla Namibia come sua “pianta nazionale”. Arrivo e sistemazione allo splendido hotel che fu un’antica stazione ferroviaria, il famoso al Swakopmund Hotel and Entertainment Centre. Cena in ristorante. Pernottamento in hotel.

02 OTTOBRE: SWAKOPMUND/WALWIS BAY/SWAKOPMUND
Prima colazione in hotel e mattinata dedicata alla crociera in catamarano nella Walvis Bay, esperienza emozionante per conoscere la parte “marina” della Namibia. Durante la crociera si potranno “incontrare” le otarie e i pellicani che si avvicinano per ricevere qualche gustoso boccone. Con un po’ di fortuna si potranno avvistare anche i delfini, sullo sfondo dello splendido scenario delle coste sabbiose dove le otarie sono di casa. A bordo si potrà degustare un aperitivo con ostriche, spumante e snack. Sbarco e pranzo in un ristorante locale e nel pomeriggio partenza per uno spettacolare tour in fuoristrada – facoltativo - tra le gigantesche dune a picco sull’oceano di Sandwich Harbour, un’area desertica dove potremo incontrare rapaci e gazzelle. Cena in ristorante e pernottamento allo Swakopmund Hotel and Entertainment Centre.

03 OTTOBRE: SWAKOPMUND/TWYFELFONTEIN/FORESTA PIETRIFICATA/ TWYFELFONTEIN
Prima colazione in hotel e partenza Swakopmund in direzione di Cape Cross, dove vedremo e fotograferemo, sulla spiaggia dell’oceano, un’enorme colonia di otarie, composta da decine di migliaia di individui. Nel percorso costeggeremo il Brandberg, la montagna più alta della Namibia, prima di attraversare le spettacolari montagne che hanno reso celebre il Damaraland. Successivamente ci sposteremo su una delle spiagge della celebre Skeleton Coast, dove è possibile vedere alcuni dei relitti di imbarcazioni naufragate negli anni a poca distanza dalla pericolosa costa. Pranzo in un ristorante locale. Nel pomeriggio andremo invece a visitare il più grande museo all’aperto dell’Africa australe a Twyfelfontein. Il nome, che tradotto significa, “fonte dubbia”, si riferisce a una fonte d’acqua inaffidabile che sembrerebbe nascere tra le brulle montagne che fanno da cornice al sito. Distribuite in una grande area semi desertica sono qui presenti una combinazione di oltre 2.500 diverse incisioni e pitture rupestri, che raccontano, con scene di caccia e ritratti di animali, la storia e la vita quotidiana degli antichi abitanti del luogo, gli antenati dei moderni San (Boscimani). Prima del tramonto visiteremo anche la “foresta pietrificata”, un percorso dove, su alcune colline, sono state scoperti i resti fossilizzati di antichissimi alberi di altro fusto. Cena e pernottamento al Twyfelfontein Country Lodge.

04 OTTOBRE: TWYFELFONTEIN/OMAPAHA/ETOSHA VILLAGE
Prima colazione in hotel e partenza Colazione e partenza per il villaggio Himba di Omutima. Gli Himba, o Ovahimba, della Namibia sono un popolo seminomade noto per la loro cultura ricca e dalle tradizioni uniche. Sono un gruppo etnico di circa 12.000 persone che abita nel Kaokoland a nord dal fiume Kunene al confine con l’Angola, e a sud dal fiume Hoanib, nella Namibia settentrionale, dipendendo dall’allevamento e dalla coltivazione. Le donne sono riconoscibili per l’uso dell’ocra rossa sulla pelle e i capelli intrecciati, simboli di bellezza e appartenenza alla comunità. La loro vita ruota attorno al rispetto per la terra, mantenendo un legame forte e spirituale con la natura. Pranzo in un ristorante locale lungo la strada, e successivamente partenza per l’Etosha Village, situato nelle immediate vicinanze dell’ingresso dell’omonimo parco. Nel pomeriggio, primo safari in quello il più famoso parco nazionale della Namibia. Arrivo all’Etosha Village. e sistemazione nelle camere Luxury, cena e pernottamento.

05 OTTOBRE: ETOSHA
Prima colazione in hotel e partenza la mattina presto, l’ora migliore per avvistare gli animali, per il safari nel parco. L’Etosha National Park si estende per un’area totale di 22.270 km² ed è costituito da ecosistemi molto diversi tra di loro, che vanno dalle sconfinate savane alle foreste di alberi di alto fusto. Sono presenti 114 specie di mammiferi, e la maggioranza di quelli africani di grandi dimensioni, come elefanti, leopardi, giraffe, leoni, ghepardi, iene, antilopi Springbok, due specie di zebra, gnu, kudu, facoceri, la volpe dalle orecchie di pipistrello, lo sciacallo e il dik dik. Nel parco vivono, inoltre, 340 specie di uccelli. L’Etosha Pan ha dato il nome al parco, significa “grande luogo bianco” o “luogo dell’acqua secca”, e da un significato perfetto a questa vasta e arida distesa di sale che copre quasi un quarto dell’intera area protetta, e che brilla per il calore emesso durante le ore calde della giornata. L’acqua presente all’interno della depressione è due volte più salata di quella del mare, quindi non può essere bevuta dagli animali. Che generalmente però si raccolgono intorno alle numerose pozze d’acqua dolce, alimentate da sorgenti, che circondano il Pan.Pranzo in ristorante locale. Cena e pernottamento all’Etosha Village.

06 OTTOBRE: ETOSHA/ MOUNT ETJO
Prima colazione in hotel e partenza per il Mount Etjov, altra magnifica tappa nella natura della Namibia nel corso della quale si effettuerà un “Game Drive”. Pranzo in ristorante locale. I Game Drive offrono un'opportunità unica per osservare, incontrare e ammirare la grande varietà di specie che vagano per la Okonjati Game Reserve. In nessun'altra parte della Namibia si vedrà una tale diversità di animali, che vanno dagli uccelli alle rare antilopi Roan e Sable, elefanti, rinoceronti bianchi e neri, giraffe, zebre e molti molti altri. Il Game Drive è piacevole ed adatto a tutte le età. Sistemazione presso The Mount Etjo Safari Lodge. Cen a pernottamento.

07 OTTOBRE: MOUNT ETJO /WINDOEK…
Dopo la prima colazione in hotel, partenza per l’aeroporto di Windhoek. Arrivo e disbrigo delle formalità di imbarco. Partenza con volo di linea Ethiopian Airlines delle ore 14.30 per Roma Fiumicino, via Addis Abeba. Pasti e pernottamento a bordo.

08 OTTOBRE: ...ROMA
Arrivo a Roma all’aeroporto di Roma Fiumicino alle ore 05.35 e termine dei servizi.


OPERATIVO VOLI:
DATAPERCORSOVETTOREPARTENZAARRIVO
27/09ROMA FCO – ADDIS ABEBAET 72723.4007.10
28/09ADDIS ABEBA - WINDHOEKET 83508.3513.20
07/10WINDHOEK - ADDIS ABEBAET 83414.3021.20
08/10ADDIS ABEBA - ROMA FCOET 71200.0505.35



NOTA BENE:
Cambio applicato 1 NAD = € 0,068

LA QUOTA E’ STATA CALCOLATA IN BASE AL CAMBIO ATTUALE PERTANTO SE DOVESSERO VERIFICARSI DELLE OSCILLAZIONI COMUNICHEREMO LE VARIAZIONI RELATIVE COSI’ PURE PER LE TASSE AEROPORTUALI

PENALI DI CANCELLAZIONE
Qualora il viaggiatore intenda recedere dal contratto avrà diritto al rimborso del viaggio al netto delle penalità qui di seguito elencate:
30% dal momento della prenotazione e fino al 60° giorno prima della partenza
50% dal 59° al 45° giorno prima della partenza
80% dal 44° al 10° giorno prima della partenza
100% dopo tale termine
Nessun rimborso spetta al viaggiatore che rinuncia a proseguire il viaggio durante il suo svolgimento, né al viaggiatore che non può effettuare il viaggio per mancanza, invalidità o insufficienza dei previsti documenti personali necessari all’espatrio e/o all’ingresso nei paesi da visitare. Nessun rimborso sarà corrisposto per i biglietti aerei emessi a tariffe speciali di gruppo.


Perchè fare questo viaggio?

Questo viaggio permetterà al visitatore di conoscere gli altopiani della Namibia e gli spazi immensi dove si respira l’espressione più splendida della Natura! Il contatto anche solo visivo con gli animali, la savana, poi il deserto, poi il mare, eppoi la foresta pietrificata, le alte dune di sabbia… un viaggio che riempie gli occhi di bellezza e meraviglia mentre il cuore comincerà a soffrire del “mal d’Africa”....