Anagni
CastelloFumone
FumonePrigioni


21 NOVEMBRE 2021

Ritrovo dei partecipanti in luogo ed orario da stabilire e partenza alla volta di Anagni. Arrivo, incontro con la guida ed inizio della visita di questa città d’arte. È nota come la città dei Papi, per aver dato i natali a quattro pontefici (Innocenzo III, Alessandro IV, Gregorio IX e Bonifacio VIII) e per essere stata a lungo residenza e sede papale. In particolare il nome di Anagni è legato alle vicende di papa Bonifacio VIII e all'episodio noto come lo "schiaffo di Anagni". Le sue architetture religiose, civili e militari sono tutte lì a testimoniare la lunga storia di questo centro, tutta da scoprire tra le sue vie. Visiteremo pertanto il cosiddetto Palazzo dei Papi, la Cattedrale di Santa Maria e le interessanti aree annesse al suo complesso come l’Oratorio di San Tommaso Beckett, il Museo del Tesoro e soprattutto la Cripta di San Magno che, infatti, è da annoverare come l’ennesimo capolavoro del medioevo anagnino. Questa, infatti, fu magnificamente coperta di affreschi d’impronta ermetica raffiguranti vari argomenti biblici. Proprio per questa particolarità è stata, a ragione, definita la “Cappella Sistina del Duecento”. Il fascino del luogo e la bellezza degli affreschi (risalenti al XIII sec. e di autore ignoto) non sono facilmente descrivibili, ma basti pensare che si tratta del più alto esempio di questo tipo di architettura nel Lazio e tra i maggiori in Italia. Continueremo con la visita di altri luoghi di interesse presenti nel suo centro storico.

Proseguimento per Fumone. Pranzo in ristorante tipico. Al termine inizio della visita. Circondato da colli ameni ed uliveti, il piccolo e tranquillo borgo medievale di Fumone si offre al viaggiatore tutto arroccato attorno al Castello Longhi-De Paolis, in un pittoresco amalgama grigio tra le abitazioni ed il fortilizio, da cui spuntano eleganti cipressi. Eretta tra il IX ed il X secolo, il Castello di Fumone, chiamato anche di Longhi De-Paolis, è famoso non soltanto per essere stata la prigione di Celestino V, nonché il luogo della sua morte, ma anche per ospitare uno straordinario giardino pensile. Dopo aver apprezzato, grazie alla visita guidata, le numerose e bellissime sale di cui è composto il castello, continuando attraverso un passaggio di ronda, la visita si sposta ai Giardini Pensili all’italiana, fatti realizzare dalla famiglia nel Seicento. Appena fuori dal passaggio antico con grande sorpresa il visitatore si trova immerso nel verde, circondato da una vista mozzafiato sul paesaggio ciociaro. Le terrazze a balzo che contengono i giardini sono ricavati dalle antiche torri, dai camminamenti di ronda e dai fossati  uniti tra loro da enormi volte ricoperte di terra di castagno. I suoi  tremilacinquecento metri quadrati di perimetro, circondati da alberi secolari, ne fanno il giardino pensile più alto d’Europa, un oasi verde sospesa a 800 metri nell’aria. Al termine tempo libero per una breve passeggiata in libertà prima del ritorno a Roma nel tardo pomeriggio.

Quota individuale di partecipazione

 Minimo 25 partecipanti …………………………………………………………………………€ 105,00



La quota comprende

  • Trasporto in pullman GT per l’itinerario come da programma (garantito riempimento massimo al 80% e sanificazione e rispetto disposizioni anti Covid).
  • Servizio di guida qualificata per la visita di Anagni e Fumone (Nr 2 GUIDE OBBLIGATORIAMENTE per la visita ad Anagni se il gruppo supera 25 persone per la visita di Anagni Plazzo dei Papi e Cattedrale)
  • Servizio di auricolari
  • PRANZO in ristorante
  • Bevande ai pasti ¼ vino ½ acqua minerale e caffè
  • INGRESSO al Palazzo dei Papi e Cattedrale (€ 6,00 + € 3,00)
  • INGRESSO al al Castello di Fumone (€ 10,00)
  • Nostro accompagnatore
  • Assicurazione Rc di Unipol Sai secondo disposizioni di legge
  • Assicurazione per assistenza alla persona con Filo Diretto
  • IVA e Tasse di Servizio



La quota non comprende

  • Le mance, altri eventuali ingressi e quanto non specificatamente indicato sopra

AVVERTENZE COVID 19
Tutti i nostri tour sono effettuati rispettando tutte le norme governative anti-covid19.
Il materiale (radioline) è sterilizzato e poi sanificato singolarmente con disinfettante antibatterico. Ogni guida disporrà di microfono personale. Gli auricolari sono monouso.